Assenza di amministratore e assemblee deserte: come comportarsi?

Assenza di amministratore e assemblee deserte: come comportarsi?

QUESITO
Buongiorno,
il nostro amministratore non è stato rinnovato non avendo mai raggiunto maggioranze di millesimi e “teste”.
Attualmente , dopo diverse convocazioni le assemblee sono sempre andate deserte e non abbiamo quindi mai approvato il consuntivo 2017 e preventivo 2018 nè tantomeno preso decisioni e delibere.

Come possiamo sbloccare la situazione? Grazie

RISPOSTA
Gent.mo utente,
in riferimento a quanto ci chiede si riporta quanto segue.
In primis è opportuno soffermarci in merito alla questione della nomina dell’amministratore. Qualora non venga rinnovato il mandato dell’amministratore decaduto, questi continuerà ad esercitare i propri poteri connessi alle sue attribuzioni, (la cosiddetta prorogatio imperii).
Ciò premesso, possiamo analizzare la questione del consuntivo 2017 e del preventivo 2018.
Il rendiconto condominiale, ai sensi dell’art. 1130 c.c., n. 10, deve essere redatto dall’amministratore annualmente.
Lo stesso amministratore dovrà poi convocare un’assemblea per la relativa approvazione entro 180 giorni dalla chiusura dell’esercizio. Se l’assemblea è convocata entro il termine indicato, l’amministratore sarà esente da colpe, anche in caso di assemblea andata deserta o in mancanza di quorum costitutivi.
La legge, purtroppo, non prevede nello specifico un termine entro il quale l’amministratore debba riconvocare l’assemblea annuale per la nuova approvazione nel caso in cui vada deserta la riunione.
Sarebbe auspicabile che la riconvocazione avvenga nel più breve tempo possibile.
Giova in ogni caso sapere che, a detta della Cassazione, l’ultimo preventivo approvato è valido fino all’approvazione del rendiconto finale di quell’anno di gestione e comunque nel nuovo preventivo.
E’ comunque possibile richiedere la riconvocazione da parte di almeno 2 condomini che rappresentino 1/6 del valore del fabbricato (170/1000 millesimi circa) con i punti all’ordine del giorno che desiderate trattare, anche eventuale nomina amministratore con presentazione di vari preventivi (oltre quello dell’amministratore attuale, se vuol esser confermato).
Le consigliamo, in ogni caso, di provare a parlare con gli altri condomini e a coinvolgerli maggiormente nella vita condominiale, in quanto è principalmente nel loro interesse approvare il consuntivo 2017 e il preventivo 2018. In tal modo si eviteranno ulteriori assemblee andate deserte.

Avv. Amedeo Caracciolo
Dott.ssa Federica Colicchio