Sto caricando…
  • Contattaci via chat!

    Contattaci via chat!

    Il modo più veloce per contattarci è sicuramente la chat. Puoi anche contattarci attraverso il form.

  • Chiamaci!

    Chiamaci!

    Se non puoi contattarci tramite email o whatsapp contattaci via telefono.

Scrivici il tuo problema, ti risponderemo via email!


Prima di scriverci, consulta le FAQ sotto

L'Assistenza è gratuita?

Si. Basta scrivere nei campi il problema che si vuole esporre e il nostro Team interno contatterà uno dei nostri professionisti che elaborerà la risposta al quesito. Questa ti verrà inviata tramite email.

E' possibile ricevere sempre una soluzione ad un quesito?

Non sempre. Talvolta le dinamiche condominiali sono così complesse che trovare una soluzione significherebbe approfondire una serie di elementi che non è possibile analizzare a distanza e soprattutto non è possibile comprendere ascoltando un solo parere.

Per quali quesiti posso chiedere assistenza?

I quesiti sui quali possiamo aiutarvi sono di due ordini. Uno pratico, tecnico relativo alle leggi in condominio. Ad esempio, potrete chiedere se è possibile parcheggiare in un cortile, come fare per cambiare amministratore, come indire un'assemblea di condominio anche se siete condomini etc. Il secondo è di ordine sociale. Potremmo darvi ad esempio consigli su come stemperare dei conflitti, su come agire in un determinato caso coi vicini o con l'amministratore.

Per quali quesiti NON posso chiedere assistenza?

L'intento della nostra Associazione è quello di sensibilizzare amministratori e condomini, diffondere informazione NEUTRALE e guidare ad una gestione più pacifica dei rapporti in condomini. Per questo motivo, tutte le richieste impostate sotto forma di attacco ad una persona o ad un professionista non potranno essere elaborate, quindi verranno cestinate. In pratica: - non si può chiedere una consulenza legale - non si può chiedere l'analisi di documenti - non si può chiedere l'intervento diretto in condominio o nel rapporto con l'amministratore

Come vanno scritte le richieste di assistenza?

Le richieste di assistenza vanno scritte nel modo più descrittivo e neutrale possibile. E' importante che ci facciate comprendere bene il vostro vissuto e potrete farlo dandoci quanti più elementi vi sia possibile per potervi dare una soluzione.

Come NON vanno scritte le richieste di assistenza?

Non verranno elaborate richieste contenenti: - illazioni o accuse prive di fondamento certo e documentato ( sia verso i condòmini che verso amministratori o fornitori) - minacce o turpiloquio - richieste che non forniscono dati esaustivi sul problema Una parola fa la differenza. Ad esempio, mettiamo il caso che il problema sia un graffio trovato sull'auto parcheggiata in condominio.

La richiesta accoglibile sarà: " Stamattina appena sceso di casa ho trovato la mia auto graffiata. L'auto era al solito posto a me assegnato all'interno del cortile condominiale. Il condominio è un parco chiuso e abbiamo, da regolamento condominiale, i posti numerati assegnati e suddivisi da strisce visibili. E' possibile un reclamo al condominio ed un possibile risarcimento danni?"

La richiesta NON accoglibile, per lo stesso caso invece sarà cosi: " Stamattina sono sceso ed ho trovato la macchina danneggiata. Sono sicuro che sia stato il vicino di casa che parcheggia nel posto accanto al mio perché non parcheggia mai nel suo limite diviso dalle strisce. Inoltre sono sicuro che l'amministratore non ascolterà alcuna mia lamentela. Posso denunciare il vicino?"

Commenti (6)

  1. crescenzo D.

    Ho un amministratore poco presente e poco efficiente. Siamo un condominio di 8 unità immobiliari di nuova costruzione. In due anni siamo riusciti ad avere solo un regolamento e Delle tabelle millesimali. Ogni volta che gli comunico qualche problema fa passare moltissimo tempo per dare una risposta e cmq senza risolvere nulla. Volevo sapere come cambiarlo .

  2. la nostra amministratrice è socio amministratore di una srl con oggetto sociale l’amministrazione di condomini. I clienti sono + di 20, ma la nomina in assemblea è fatta a lei come persona fisica e basta. La convocazione dell’assemblea e i verbali sono su carta intestata della srl. La firma è un copia incolla di un timbro con sigla. E’ nulla la nomin, anche se l’assemblea in cui è stata nominata non è stata impugnata? può essere revocata?

  3. Giovanna Scattarelli

    Fabbricato del 1982. Per ottenere il CIP è stato realizzata l’attrazione forzata facendo passare i tubi attraverso il box di un condomino consenziente. L’amministratore si rifiuta di costituire la servitù sostenendo che basta un atto privato. Io sostengo che e opportuno trascrivere l’atto in considerazione che trattasi di lavori rilevanti costato 30000 euro e quattro cause. Ho inviato una raccomandata all’amministratore.che non risponde. Cosa posso fare per cautelari?

Commenta l'articolo!

Posta la tua richiesta