Ridurre i posti dell’autorimessa e lasciare che estranei parcheggino.

Ridurre i posti dell’autorimessa e lasciare che estranei parcheggino.

QUESITO

Buongiorno,
il mio problema riguarda l’autorimessa condominiale.
Ho richiesto all’amministratore diverse volte, a mezzo pec, di prendere visione della relazione CPI dell’autorimessa eseguita nel 2018 precisando che in assenza di riscontro avrei agito per vie legali.

L’amministratore Γ¨ anche condomino, ed ha problemi relativi al posto auto con un altro condomino. I posti auto non sono assegnati, e lui vorrebbe attuare una rotazione che comporterebbe l’uscita di ben 2 automobili. Sostiene che i posti sono insufficienti per gli aventi diritto.

Si rifiuta di farmi visionare la relazione e anche di circolarizzarla a tutti i condomini, sostenendo che allegherΓ  tale relazione solo alla convocazione della prossima assemblea.

Recentemente ho constatato la presenza all’interno dell’autorimessa di alcuni ciclomotori di cui non conosco i proprietari e l’ho comunicato all’amministratore che non ha risposto

Infine ho richiesto sempre via pec di prendere visione del regolamento del condominio e non ho avuto alcun riscontro.
Volevo sapere gentilmente cosa potevo fare al riguardo.
Grazie

RISPOSTA

Gent.mo utente,
con riferimento al quesito sull’autorimessa condominiale si riporta quanto segue.
In merito alla vicenda della certificazione cpi e alla Sua richiesta di documentazione, ci riportiamo a quanto giΓ  detto nelle nostre precedenti risposte del 17 dicembre 2018, 20 dicembre 2018 e 19 gennaio 2019.

Circa la problematica relativa al parcheggio la regolamentazione dello stesso non spetta all’amministratore ma all’assemblea.

Si consiglia, pertanto, in assenza di apposite clausole regolamentari che prevedano divieto di parcheggio (e non sembra essere questo il caso) di richiedere la convocazione dell’assemblea per decidere le modalitΓ  d’uso del bene comune, stabilendo eventuali rotazioni ed il coinvolgimento dei ciclomotori.

Le ribadiamo che Γ¨ possibile richiedere apposito punto all’odg β€œobbligando” l’amministratore ad una convocazione con lettera raccomandata a firma di almeno 2 condomini che rappresentino 1/6 del valore del fabbricato.

Legga l’articolo sull’autorimessa condominiale, potrebbe tornarle utile!

Avv. Amedeo Caracciolo