Difformita’ tra preventivato e speso: come procedere?

Difformita’ tra preventivato e speso: come procedere?

QUESITO
Nel corso di lavori condominiali di ristrutturazione delle facciate dell’edificio, è stato deciso di rifare anche la pavimentazione dei terrazzi e dei balconi di ogni condomino e a tal proposito in assemblea si era scelto il tipo di piastrelle da adottare per tutti i balconi.
Nel momento in cui si è passati alla posa in opera di dette piastrelle, noto che esse sono diverse nel colore scelto dall’assemblea e riportate nello stesso verbale assembleare . Ho inviato una lettera sia all’amministratore che al direttore dei lavori e attendo una risposta. Nel frattempo ho bloccato la messa in opera di tali piastrelle sui miei balconi, mi sono accorto di questa differenza a metà opera e hanno pavimentato metà terrazzino. Già in precedenza era successa la stessa cosa per quanto riguarda il marmo, è stato usato un marmo per le soglie differente da quello approvato. A una mia interrogazione mi è stato risposto che il marmo scelto dall’assemblea era difficile da lavorare e quindi si era deciso di adottare questo nuovo marmo. Il tutto ovviamente senza nessuna informazione ai condomini, che per inciso di queste questioni non importa nulla. Come posso muovermi ? Grazie


RISPOSTA
Gent.mo utente,
con riferimento al quesito che ci viene posto si riporta quanto segue:
in caso di lavori deliberati sarà sicuramente stato già effettuato ed approvato un progetto ed un computo metrico.
Ebbene, se vi è difformità tra quanto preventivato e quanto speso, ben si può procedere ad inoltrare richiesta ulteriore di spiegazioni all’amministratore, chiedendo eventuali saldi o conguagli da effettuare in favore dei condomini vista la diversa qualità di piastrelle.
In ogni caso, l’amministratore dovrebbe rendere edotto il Condominio di eventuali modifiche al colore delle piastrelle poiché sta agendo contro una deliberazione assembleare.
Si consiglia, pertanto, di inviare una comunicazione e di richiedere la convocazione di una ulteriore assemblea con un punto preciso all’ordine del giorno dove si chiede una relazione dettagliata all’amministratore sullo stato di avanzamento dei lavori, sulle motivazioni alla base della (arbitraria) variazione del colore della pavimentazione e su ciò che ne consegue in termini di costi o risparmi per il Condominio. Per inoltrare questa richiesta è necessario che la stessa provenga da almeno 2 condomini che rappresentino 1/6 del valore del fabbricato (170/1000 millesimi circa).

Avv. Amedeo Caracciolo

Posta la tua richiesta