Mi Γ¨ stato venduto come giardino: devo chiudermi dentro per i gas di scarico!

Mi Γ¨ stato venduto come giardino: devo chiudermi dentro per i gas di scarico!

QUESITO

Buongiorno,
ho acquistato una casa di nuova costruzione al piano terra con un piccolo giardino da dove provengono gas di scarico.
Nel giardino mi ritrovo una grata che copre una bocca di lupo che occupa quasi la metΓ  del giardino.

Da questa provengono gas nocivi dal sottostante vano adibito a garage e devo chiudere le finestre per non respirarli.
Premetto che non risulta in planimetria e nel costo dell’appartamento Γ¨ mi stato conteggiato come giardino e mai nessuno mi ha comunicato la funzione che aveva tale grata.

La consegna dell’appartamento e avvenuta a gennaio 2018.
L’ho fatto presente al costruttore ma non ho ricevuto risposta.
Come mi devo comportare?

RISPOSTA

Gent.mo utente,
con riferimento ai gas di scarico provenienti dal giardino, si riporta quanto segue.
Il venditore Γ¨ obbligato a garantire che la cosa venduta sia immune da vizi che la rendano non idonea all’utilizzo cui Γ¨ destinata ovvero ne diminuiscano in maniera considerevole il valore.

È questo il contenuto dell’art. 1490 c.c. Qualora il compratore in un secondo momento si renda conto di vizi β€œocculti” potrΓ  porre in essere un’azione legale.
Il vizio viene considerato come occulto qualora l’acquirente, al momento della stipulazione del contratto, non solo non ne aveva conoscenza ma non avrebbe potuto rilevarlo nemmeno con l’ordinaria diligenza.

Dal Suo caso risulta evidente un’ipotesi di responsabilitΓ  del venditore ex art. 1490 c.c.
Il venditore ha volutamente taciuto sulla bocca di lupo posta all’interno del giardino e ricoperta da una grata.

È altresì evidente che lo scarico dei gas provenienti dal garage rendono non godibile il giardino e La costringono a chiudere le finestre per non respirare i suddetti gas.

In ogni caso il compratore ha sempre il diritto di far valere la garanzia, a patto che il vizio della cosa sia stato oggetto di denunzia entro otto giorni dalla scoperta e prima del decorso dell’anno, in virtΓΉ dell’art. 1495 c.c.

PotrΓ  altresΓ¬ agire nei confronti dei proprietari dell’area da cui proviene la risalita dei gas e fumi (o del Condominio se il vano sottostante Γ¨ parte comune) in quanto trattasi di immissioni.

Dott.ssa Federica Colicchio