Tutela della proprietà ed immissioni notturne: come intervenire?

Tutela della proprietà ed immissioni notturne: come intervenire?

QUESITO

Il mio problema riguarda le immissioni notturne.
Abito in un condominio di 2 piani e 6 appartamenti. Al pian terreno ci sono 2 attività commerciali, un bar e un laboratorio chimico di analisi.


Il mio appartamento si trova sul laboratorio ed è da circa un anno che il frigo del laboratorio emette un rumore che rimbomba nei muri; di giorno si sopporta e la notte, quando c’è silenzio, diventa insopportabile.


L’amministratore dopo essere stato avvisato, ha contattato il gestore del laboratorio (che è in affitto) ma questi fa finta di nulla e non risponde alle mail dell’amministratore.
La mia domanda è: come posso comportarmi per risolvere questa situazione ?


In attesa di una vostra risposta vi ringrazio e saluto.

RISPOSTA


Gent.mo utente,
si è in presenza di una situazione di fatto in cui sussistono tutte le condizioni per poter attivare i diversi mezzi di tutela della proprietà che subisce le immissioni.


Ed infatti la legge prevede la possibilità di rivolgersi al giudice anche se l’immobile da dove promanano le immissioni intollerabili è condotto in locazione.

Le consigliamo la lettura dell’articolo che tratta dei rumori molesti in condominio.


E’ altresì possibile un ricorso urgente al Tribunale in sede cautelare per chiedere la cessazione immediata delle immissioni nocive.
Preme sottolineare che l’amministratore non è competente per quel che concerne le dispute tra privati che non attengono alle parti comuni.

Avv. Amedeo Caracciolo
Assistenza Gratuita Garante Condominio