Quando si può invalidare il verbale dell’assemblea di condominio?

Quando si può invalidare il verbale dell’assemblea di condominio?

DOMANDA

omessa contestazione nel verbale d’assemblea redatta dall’amministratore il  03/10/ 2019 riguardante bilancio consuntivo 01/01/2018 al 20/09/2019, bilancio preventivo dal 20/09/2019 al 31/127″019. Nel verbale si dichiara l’accettazzione all’unanimita  mentre io, avendoli contestati vorrei poter invalidare l’assemblea.

RISPOSTA

Gent.mo utente,

con riferimento al quesito che ci viene posto si riporta quanto segue:

purtroppo, essendo stata dichiarata l’unanimità, in linea teorica, la delibera non può essere da Lei impugnata, se presente. Ovviamente, la Sua affermazione è, comunque, gravissima, atteso che il Presidente, responsabile della verbalizzazione, ha dichiarato un falso laddove non ha riportato il suo dissenso; circostanza, questa, che lo esporrebbe ad una querela. Unico strumento nelle Sue mani, ecco perché parlavamo in precedenza di linea teorica, è quello di proporre querela nei confronti del Presidente dell’assemblea che ha approvato i bilanci, se ancora in tempo (30 giorni dalla delibera), contestualmente proporre impugnativa della stessa innanzi all’AG e chiedere la sospensione del giudizio civile in attea della definizione di quello penale, ex art 295 cpc. Trattasi di strada tortuosa e non priva di ostacoli. Per il futuro, ci permettiamo di consigliarLe di prestare maggior attenzione alla verbalizzazione.

Avv Giuseppe Amato

Avv Mariabernardetta di Luccio

Dettagli AvvM.Bernadetta Di Luccio Avv Giuseppe Amato