Lavori Straordinari in presenza di Morosità: come procedere?

Lavori Straordinari in presenza di Morosità: come procedere?

QUESITO
Si stanno deliberando importanti spese straordinarie per la riqualificazione dello stabile, circa 200,000 euro (siamo 8 unità immobiliari), ma ci sono qrossi problemi di morosità da parte di alcuni; ho evidenziato questi problemi, ma non vengono presi in seria considerazione dall\’amministratore. Si possono fermare queste decisioni fino alla risoluzione di questi problemi di morosità? 

RISPOSTA

Gent.mo utente,
in riferimento a quanto ci chiede si riporta quanto segue.
Circa la questione dell’emanazione di bollette straordinarie relative all’intervento di riqualificazione dello stabile, da quanto riportatoci sembrerebbe trascorso del tempo tra l’emanazione della delibera relativa all’intervento e la riscossione.
Per quanto concerne la questione dei morosi, è necessario aggiungere un’ ulteriore spiegazione.
Fermo restando la mancanza di possibilità di bloccare i lavori senza esporsi alle richieste della ditta creditrice (soprattutto se è già stato firmato il contratto di appalto), l’amministratore ha la possibilità (secondo quanto stabilito dall’art. 63 delle disp. att. c.c.) di ottenere un decreto ingiuntivo nei confronti dei condomini morosi, per riscuotere i contributi in virtù di quanto approvato in assemblea. Ove non riscuota queste somme è esposto a rischio di revoca giudiziale su ricorso di anche un singolo condomino poiché sta contravvenendo ad un suo obbligo di legge.
Inoltre, l’amministratore è tenuto a comunicare ai creditori insoddisfatti i nominativi dei condomini morosi. La ditta creditrice non potrà quindi agire per il recupero della somma nei confronti dei condomini in regola con i pagamenti, se non dopo l’escussione degli altri condomini.
Pertanto, Le consigliamo di non preoccuparsi poichè la legge prevede espressamente un procedimento di recupero del credito nei confronti dei morosi, a tutela dei condomini virtuosi.
Il discorso cambia se non è ancora stato firmato con la ditta il contratto di appalto e si è ancora in fase di valutazione delle offerte. Conviene andare in assemblea per relazionare circa le conseguenze per l’amministratore che non persegua nell’escutere i morosi e per i morosi medesimi.

Avv. Amedeo Caracciolo
Dott.ssa Federica Colicchio