Parabola tv: dove va messa?

Parabola tv: dove va messa?

DOMANDA

io ho una parabola sul balcone da 12 anni adesso il nuovo amministrato re mi manda una lettera per dirmi che la devo spostare cioé la devo mettere a terra,a terra sul balcone ,cioé dovrei rovinare la pavimentazione del balcone ed oltretutto mettendola a terra il segnale verrebbe distorto dall’inferriata che recinta il balcone stesso.questo é stato deliberato dall’ultima assemble che io ho contestato.adesso mi chiedo dopo 12 anni che ho in quel punto la parabola che nessun inquilino si é mai lamentato  puo’ farmela spostare?Preciso che il balcone é situato all’interno del fabbricato e non si affaccia sulla strada anche se siamo circondati da palazzi che oltre ad avere le parabole sui balconi si vedono i motori dei climatizzatori appesi ai muri…CORDIALI SALUTI

RISPOSTA

Gent.mo utente,

con riferimento al quesito che ci viene posto si riporta quanto segue:

Il Codice Civile, all’art. 1122 bis comma 1, prevede che per il montaggio degli impianti radiotelevisivi o satellitari non centralizzati (ossia non comune a tutti i condomini) è necessario recare il minor danno alle parti comuni, al fine di preservare anche il decoro architettonico dello stabile, fatta eccezione per quanto previsto in materia di reti pubbliche.

Nel caso in cui il sovrascritto intervento sia idoneo a modificare le parti comuni dell’edificio (ad esempio, la facciata), il condomino ha l’obbligo di comunicarlo all’amministratore, specificando altresì il tipo di operazione da porre in essere. Di conseguenza, trattandosi di una parte comune, l’assemblea condominiale può individuare probabili alternative o richiedere una garanzia per potenziali danni derivanti dalla suddetta attività. Tuttavia, in presenza di un regolamento condominiale che vieti espressamente l’apposizione di una parabola sulla facciata dello stabile, il condomino non ha in nessun caso la facoltà di far eseguire l’intervento.

Qualora l’antenna parabolica sia, invece, posizionata sul proprio balcone, il proprietario non è obbligato a fornirne comunicazione all’amministratore o all’assemblea, salvo che il regolamento condominiale non disponga diversamente.

Pertanto, in assenza di regolamento condominiale che ne vieti l’installazione, l’apposizione della parabola sul balcone di Sua proprietà è assolutamente legittima. In caso contrario (per esempio con una norma del regolamento che vieti la stessa al fine di tutelare il decoro architettonico dello stabile) dovrà provvederne alla rimozione.

 Restiamo a Sua disposizione per ulteriore chiarimento e La invitiamo, ove ritenga utile questo servizio, a lasciare una recensione sulla pagina facebook di Garante Condominio https://www.facebook.com/AssociazioneGaranteCondominio/

Attenzione: l’assistenza è offerta da UNICA. Una volta specificato il quesito, i nostri esperti ti risponderanno. Dopo la prima risposta, si valuterà a seconda del caso se rispondere o meno.

Distinti saluti

Assistenza legale “Garante Condominio”

Dott.ssa Federica Colicchio

Dettagli Dott.ssa Federica Colicchio

Sin da piccola sono stata estremamente incuriosita dalla materia condominiale, essendo in prima persona un condomino. Ho partecipato sempre in maniera attiva alla vita condominiale, grazie anche alle competenze giuridiche acquisite attraverso la laurea in Giurisprudenza, conseguita presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II, nel 2014. Terminata la pratica forense, ho migliorato la mia formazione professionale e giuridica tramite il corso di perfezionamento curato dall'Istituto di Studi Giuridici M&C Militerni. Nonostante abbia proseguito la professione forense come praticante avvocato, continuo ad occuparmi delle problematiche quotidiane che caratterizzano il mio condominio. Credo fermamente, infatti, che l'attività svolta da ciascun condomino, volta a migliorare le condizioni di vita di un ambiente comune, possa essere un valido sostegno per il difficile lavoro affidato all'Amministratore di condominio. Perchè non ricorrere alla collaborazione reciproca tra le parti anche nella gestione degli spazi e della vita comune? Del resto, l'unione fa la forza.