Per anni pagano i debiti di un condomino moroso. Poi la rivolta.

Per anni pagano i debiti di un condomino moroso. Poi la rivolta.

QUESITO

Nel precedenti esercizi l’amministratore non si è  mai adoperato a recuperare il debito di un condomino moroso come prevede la legge, ripartendo il debito sui restanti condomini. Come prevede il sopra citato articolo(?) l’amministratore inadempiente deve rispondere con i propri beni. Come posso fare a recuperare la mia quota?

RISPOSTA

Gent.mo utente,

con riferimento al quesito che ci viene posto si riporta quanto segue:

Successivamente all’entrata in vigore della riforma in materia di condominio, vista la previsione dell’art. 63 disp. att. c.c. volta da un lato a concedere un agevole strumento all’amministratore di condominio per il recupero dei crediti della compagine (decreto ingiuntivo provvisoriamente esecutivo) e alla necessaria preventiva escussione dei morosi per i debiti del condominio, si ritiene che una delibera assunta con la maggioranza semplice, la quale vada a coprire una morosità con quote di altri condomini o che  preveda la costituzione di un fondo-cassa speciale per sopperire alle morosità si espone a rischio di impugnazione.

Non così, per il caso in cui vi sia decisione unanime dell’assemblea.

Deve essere altresì chiaro che, tra i doveri dell’amministratore vi è il recupero dei crediti del Condominio nei confronti dei condomini morosi nel termine di sei mesi dalla chiusura dell’esercizio cui il credito fa riferimento (salva, anche in questo caso, espressa volontà contraria dell’assemblea).

Al fine del recupero della Sua quota-parte, dovrà impugnare la delibera che approva il bilancio redatto in violazione di quanto sopra.

Avv. Amedeo Caracciolo

Assistenza legale “Garante Condominio”

Dettagli Avv. Amedeo Caracciolo

Dopo essermi laureato all’Università degli Studi di Napoli Federico II, ho intrapreso un percorso di formazione presso una Scuola di Specializzazione per le professioni forensi (master di II livello). Abilitato all’esercizio della professione di Avvocato sono oggi iscritto all’Ordine degli Avvocati di Napoli. Mi occupo prevalentemente di diritto civile, con particolare riferimento – anche – al diritto condominiale. Ho iniziato a studiare questa complessa materia nella profonda convinzione che, contrariamente a quanto spesso si afferma, anche la figura professionale dell’Avvocato specializzato in materia condominiale possa essere idonea ad evitare l’insorgere di contenzioso, da un lato, tra i condomini e dall’altro tra il Condominio e i terzi, non per forza venendo in rilievo soltanto come extrema ratio, quando sono oramai esperiti tutti i tentativi di conciliazione e risoluzione stragiudiziale del contendere.