Sospensione lavori edili in condominio

Sospensione lavori edili in condominio

Possibile la sospensione dei lavori edili in condominio perchè l’amministratore della società è depresso?

DOMANDA

Buongiorno , premetto che la ditta scelta dai  condomini per ristrutturare la facciata condominiale e’ rappresentata da un procuratore legale solo per il nostro appalto condominiale il quale dopo una sospensione  chiesta dai condomini non  ha fatto riprendere I lavori, adducendo che gli e’ venuta una depressione,  a breve faremo una riunione straordinaria ,l amministratrice ha gia anticipato che il procuratore della ditta portera’ un certificato medico e che vuole 2 o 3 mesi di proroga Anzitutto mi domando se lui non ha mai svolto funzioni lavorative, ma solo di controllo degli operai ,ha diritto ha chiedere una sospensione cosi’ lunga?  La preoccupazione sono le parti pericolanti, di chi sono le responsabilita’ per eventuali crolli? Noi condomini non abbiamo intenzione di dargli la proroga .potete darmi qualche consiglio? l’amministratrice  ci ha  informati che questo procuratore con la ditta Ha ripreso a fare piccoli lavori ci ha parlato della ristrutturazione di un appartamento . Grazie se mi  date qualche chiarimento

RISPOSTA

Gent.mo utente,

con riferimento al quesito che ci viene posto si riporta quanto segue:

innanzitutto, appare di tutta evidenza che lo stato depressivo del procuratore legale e/o del legale rapp.te di una ditta non possa costituire causa di sospensione dei lavori, non avendo egli mansioni lavorative pratiche. In merito alla ripresa dei lavori, l’amministratore dovrà, con raccomandata o pec, invitare la ditta alla ripresa dei lavori ed, eventualmente diffidarla al completamento delle opere, ex art 1454 cc. In caso di mancato adempimento, il contratto si intenderà risolto ed il Condominio, con le tutele del caso, potrà affidare i lavori ad altra ditta, riservandosi il risarcimento del danno per i maggiori eventuali oneri derivanti dalla vicenda. Naturalmente alla ditta andranno pagate le opere compiute fino a quel momento. Vista la fattispecie dedotta, comunque, consigliamo vivamente di affidarsi ad un legale per la gestione della posizione, al fine di evitare “errori” che possano compromettere gli interessi del Condominio.

Avv Giuseppe Amato

Avv Mariabernardetta di Luccio

Dettagli AvvM.Bernadetta Di Luccio Avv Giuseppe Amato