Spese condominiali ordinarie: come si calcolano?

Spese condominiali ordinarie: come si calcolano?

DOMANDA

Sospetto fortemente che l’amministratore del mio palazzo stia truffando tutti i proprietari/inquilini chiedendo, nel prospetto annuale di spese piu di quello che veramente abbiamo speso.

RISPOSTA

Gent.mo utente,

con riferimento al quesito che ci viene posto si riporta quanto segue:

Sono considerate spese ordinarie tutte quelle somme di denaro relative ai lavori di manutenzione ordinaria quali, ad esempio, la pulizia dell’edificio, la sostituzione delle lampadine, la manutenzione ordinaria dell’ascensore. Per le cosiddette spese ordinarie, il Legislatore ha espressamente previsto degli articoli del Codice Civile idonei a disciplinarne i criteri di ripartizione, ossia gli artt. 1123, 1124, 1125, 1126. Le spese erogate per il mantenimento dei “beni in comune”sono sostenute in maniera proporzionale ai millesimi di proprietà, salvo diversa pattuizione. Per quanto concerne, invece, quei beni idonei a soddisfare in maniera diversa le esigenze dei condomini, avremo una ripartizione basata in virtù della proporzione dell’utilizzo del bene in oggetto.

Ciò premesso, possiamo avere tre criteri diversi di ripartizione delle spese. In primis, la divisione può avvenire in maniera proporzionale alle quote millesimali delle singole unità immobiliari (ricorrendo all’utilizzo delle “tabelle millesimali”). Possiamo altresì avere una ripartizione in maniera proporzionale all’uso “virtuale” (qualora i condomini godano in maniera differente del bene). Infine, circa la destinazione di un bene ad uso esclusivo, la suddivisione può avvenire proprio in base alla stessa (esempio, per il lastrico solare ad uso esclusivo, il criterio è dettato dall’art. 1126 c.c.).

Orbene, le spese di cui sopra sono suddivise in preventivo e consuntivo. Per preventivo si intende il calcolo delle quote annuali, per ogni condomino, in relazione al preventivo di spesa approvato in sede assembleare. Ossia nel preventivo sono indicate le probabili spese da erogare durante quel determinato anno. Il consuntivo, poi, evidenzia le reali spese sostenute dal condominio per quel determinato anno.

Riportati in breve i criteri di ripartizione delle spese, ed in assenza di prove documentali che attestino quanto da Lei asserito, è nostra premura prendere le distanze da quanto affermato.

Restiamo a Sua disposizione per ulteriore chiarimento e La invitiamo, ove ritenga utile questo servizio, a lasciare una recensione sulla pagina facebook di Garante Condominio https://www.facebook.com/AssociazioneGaranteCondominio/

Attenzione: l’assistenza è offerta da UNICA. Una volta specificato il quesito, i nostri esperti ti risponderanno. Dopo la prima risposta, si valuterà a seconda del caso se rispondere o meno.

Distinti saluti

Assistenza legale “Garante Condominio”

Dott.ssa Federica Colicchio

Assistenza gratuita Garante Condominio

Dettagli Dott.ssa Federica Colicchio

Sin da piccola sono stata estremamente incuriosita dalla materia condominiale, essendo in prima persona un condomino. Ho partecipato sempre in maniera attiva alla vita condominiale, grazie anche alle competenze giuridiche acquisite attraverso la laurea in Giurisprudenza, conseguita presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II, nel 2014. Terminata la pratica forense, ho migliorato la mia formazione professionale e giuridica tramite il corso di perfezionamento curato dall'Istituto di Studi Giuridici M&C Militerni. Nonostante abbia proseguito la professione forense come praticante avvocato, continuo ad occuparmi delle problematiche quotidiane che caratterizzano il mio condominio. Credo fermamente, infatti, che l'attività svolta da ciascun condomino, volta a migliorare le condizioni di vita di un ambiente comune, possa essere un valido sostegno per il difficile lavoro affidato all'Amministratore di condominio. Perchè non ricorrere alla collaborazione reciproca tra le parti anche nella gestione degli spazi e della vita comune? Del resto, l'unione fa la forza.