Spese ordinarie e straordinarie: cosa sapere?

Spese ordinarie e straordinarie: cosa sapere?

Un utente chiede all’assistenza legale gratuita di Garante Condominio se è lecito richiedere dopo 7 anni il pagamento di spese straordinarie mai evidenziate prima.

QUESITO


Buonasera,
ho bisogno di un parere: siamo al quinto amministratore (uno peggio dell’altro) e quest’ultimo appena insediato chiede il pagamento di spese straordinarie di circa 7 anni fa’.
Mai evidenziata da nessuna precedente gestione per “trasformazione del contatore da cantiere per costruzione industriale a condominiale. Riguarda un periodo di riferimento 2012/13 così mi è stato riferito e così era già ripartito, io sto provvedendo al recupero mai pagato da tutti i condomini”.

Vi prego di dirmi se è possibile una richiesta del genere dopo circa 7 anni e senza nessun atto giustificativo.

Grazie, Cordiali saluti

RISPOSTA

Gent.ma utente,
con riferimento al quesito su spese straordinarie si riporta quanto segue:
per tali spese, il termine di prescrizione è di dieci anni dall’approvazione del bilancio (anche del solo preventivo) e dei relativi riparti. La richiesta di pagamento, in ogni caso, interrompe il termine di prescrizione stesso. Non emerge dalla Sua descrizione se la spesa è stata contabilizzata o meno e, in caso positivo, in quale rendiconto è stata approvata (l’ultimo o quello degli anni 2012 e 2013?).

E’ comunque diritto dei condomini conoscere i documenti giustificativi posti alla base della richiesta (lo stabilisce l’art. 1129 c.c.). Le consigliamo, pertanto, di richiedere all’amministratore copia dei documenti giustificativi della spesa. Resta inteso che se, come dice l’amministratore, il riparto è stato approvato dall’assemblea (o se a lui così risulta dal passaggio di consegne con le amministrazioni precedenti), il Condominio ha titolo per ricorrere al giudice onde ottenere agevolmente ingiunzione di pagamento (decreto ingiuntivo) nei confronti dei condomini che risultino morosi.

Avv. Amedeo Caracciolo