Amministratore, partita iva e requisiti: cosa è obbligatorio?

Un Utente ci scrive dopo aver scoperto che l’amministratore del suo condominio fa parte di uno studio associato di geometri.
Ci chiede se è lecito non emettere fattura con p.iva, ma con ritenuta di acconto visto che amministra anche altri condominii.
Rispondono i responsabili dell’assistenza legale gratuita di Garante Condominio.

Portone guasto e inerzia amministratore: come agire?

Un utente ci scrive in ansia sottolineando l’inerzia dell’amministratore circa la criticità delle condizioni del portone di ingresso blindato senza serratura del condominio.
Il portone si spalanca anche con una semplice folata di vento.
Gli esperti dell’assistenza legale gratuita di Garante Condominio rispondono.

Corretta divisione delle spese: contano le tabelle millesimali? Sono dovuti gli arretrati?

Un utente chiede all’assistenza legale gratuita di Garante Condominio come si effettua una corretta divisione delle spese tenendo conto delle tabelle millesimali e se gli arretrati sono dovuti al proprietario.
Andiamo a scoprire la possibile risoluzione del problema.

Nomina dell’amministratore: obbligatoria raggiungendo una soglia di inquilini?

Un utente chiede all’assistenza legale gratuita di Garante Condominio se la nomina dell’amministratore è obbligatoria, se occorre raggiungere una soglia di inquilini, e se si può riccorrere ad amministratori esterni.

Diritto di nomina dell’amministratore: chi puo’ farlo valere?

il vecchio proprietario dell’immobile, una banca, si è presentato dopo 10 anni di assenze in assemblea esercitando il diritto di nomina dell’amministratore in deroga ad un Art. Reg. Cond. di circa 20 anni fa’ in base al quale la banca in deroga al cc nomins lei almeno fino a quando sarà in possesso di almeno 1 immobile nell’edificio
Volevo chiedere il diritto di nomina dell’amministratore: chi può farlo valere?

I limiti dell’installazione ascensore in condominio

La realizzazione di un ascensore all’interno di un edificio condominiale rientra tra le opere dirette ad eliminare le barriere architettoniche e, pertanto, ha incontrato il favor del legislatore che, nel riformare l’art. 1120 c.c., ha ridotto la maggioranza necessaria a deliberarne l’installazione, abbassando il quorum dalla maggioranza qualificata (maggioranza dei partecipanti al Condominio ed i […]